Il Ritratto di Dorian Gray

Un giovane dalla straordinaria bellezza alla ricerca smodata del desiderio e dell'eterna giovinezza!

La smodata ricerca del piacere e della giovinezza eterna.

Il Ritratto di Dorian Gray, titolo originale The Picture of Dorian Gray, non è una delle opere di Oscar Wilde, ma l’opera. Tratta di una storia immortale, che celebra contenuti relativi alla lussuria e alla cupidigia, per dirla con parole povere si tratta di desiderio e piacere.

Trama

Dorian Gray, un giovane di straordinaria bellezza che si è fatto fare un ritratto da un pittore. Ossessionato dalla paura della vecchiaia, ottiene, con un sortilegio, che ogni segno che il tempo lascia sul suo viso, compaia invece solo sul ritratto. E ‘ avido di piacere e si abbandona agli eccessi più sfrenati, mantenendo intatta la freschezza e la perfezione del suo viso. Poiché Hallward, il pittore, gli rimprovera tanta vergogna, lo uccide. A questo punto il ritratto diventa per Dorian un atto d’accusa e in un impeto di disperazione lo pugnala. Ma è lui a cadere morto, mentre il ritratto torna a raffigurare il giovane bello e puro di un tempo.

Recensione

Il Ritratto di Dorian Gray è considerato un romanzo moderno, in grado di evocare riflessioni di estrema attualità. Oscar Wilde, autore del romanzo, descrive un personaggio non solo pericoloso per sé, ma anche per gli altri e la smodata ricerca del piacere si rivela un’arma a doppio taglio.

Non è un caso che i romanzi dei secoli scorsi risultino oggigiorno attuali. L’opera di Oscar Wilde è una di quelle storie di immortale fascino per i suoi contenuti. Scritto alla fine del XIX secolo è un romanzo che affronta, con uno stile narrativo semplice tematiche relative al desiderio e all’eterna giovinezza, al flebile senso di colpa e al disinteresse dell’altrui persona, mettendo da parte qualunque tipo di responsabilità.

Dorian Gray, protagonista dell’opera, attraversa tutte le fasi vivendole a trecentosessanta gradi. Ha soddisfatto ogni suo istinto e si è lasciato trascinare da una smodata bramosia che poi lo condurrà a una fine poco gloriosa.

Egli è un giovane di straordinaria bellezza, che viene inizialmente notato dal pittore Basil Hallward. Quest’ultimo ne fa il suo modello dipingendolo in svariate tele fino a creare un ritratto, anzi il ritratto che possiede al suo interno il massimo della sua espressione artistica.

Incuriosito dal soggetto dipinto, Lord Henry Wotton, aristocratico inglese cinico e provocatorio e amico del pittore, esprime il desiderio di conoscere il giovane Dorian, sebbene Basil ne sia all’inizio contrariato.

Una volta fatta la sua conoscenza, Lord Henry diviene per il ragazzo un esempio di vita da seguire e da imitare, trascinandolo in vizi e piaceri materiali.

Non sempre si può dire che il ruolo da protagonista sia dato a Dorian Gray, perché anche Lord Henry riveste questo ruolo, le cui parole identificano al meglio le tematiche trattate. Egli può essere identificato come un diavolo tentatore, scettico e indifferente ai valori morali di quel tempo. Insomma è un personaggio che seduce il giovane Dorian.

Una volta presa la consapevolezza del suo splendore, Dorian Gray inizia a muoversi nell’ambiente aristocratico, di cui ne fa parte per diritto di nascita. Travolto dalla libidine sfrenata e dalla noncuranza delle sue azioni e delle conseguenze che ne derivano, sprofonda poi nei bassifondi di una Londra tetra e viziosa.

Il candore e l’innocenza, che il suo aspetto esteriore lascia trasparire in superficie, non è altro che una maschera, la quale cela la vera anima del giovane. Un’anima corrotta che si manifesta sulle crepe di quel dipinto tenuto nascosto dagli sguardi altrui.

Bellezza ed eterna giovinezza erano perseguite alla fine dell’Ottocento, ma sono tutt’ora tematiche che non vengono messe da parte. Le persone che vivono la società odierna sono sempre alla ricerca del bello, dell’effimero, della non responsabilità e se in precedenza si potevano contare “sulle dita delle mani”, oggi non è così: tutti non riescono ad accettare che la vita va avanti e il tempo passa, mostrando le sue “crepe” sui volti!

Consigli

I miei consigli non possono mai mancare. Innanzitutto chi non ha mai sentito parlare de Il Ritratto di Dorian Gray, deve assolutamente recuperarlo, perché è un romanzo dalle mille sfaccettature e che fa riflettere sul tempo che passa, sulle priorità che cambiano man mano che si cresce.

In secondo luogo consiglio di leggere il libro accompagnato da una bella tisana alla malva.

Di seguito vi lascio ai suoi benefici e proprietà. —>https://gustaleggendo.it/tisana-alla-malva/


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *