Cercasi amore disperatamente

Una trentenne, Arianna, sull'orlo di una crisi di nervi che riscatta l'insicurezza, seppur con gaffe davvero divertenti!

Amore è quello che vuole Arianna!

Cercasi amore disperatamente è un altro romanzo di successo di Federica Bosco, che torna a confermare le promesse del libro d’esordio. Racconta la storia di una donna goffa quel che basta a lasciare il dubbio che poi così brutta non è. Ma andiamo più nel dettaglio.

Trama

Cercasi amore, cercasi in ogni luogo, affannosamente e disperatamente. Tra le mura di casa, tra i banchi di scuola, in un pub rumoroso, su una spiaggia assolata, in città sconosciute… Per Arianna è così. Lei a quell’amore non vuole rinunciare. Lei quell’amore lo vuole a dispetto di tutti: dei suoi genitori compassati, dei suoi amici un po’ suonati, dei suoi fidanzati sconclusionati, dei suoi lavori improvvisati. Arianna quell’amore lo cerca. Lontano, tra la gente, il vino, le lingue, i volti, i suoni e i rumori. Arianna ride, gioca, sogna, parla, straparla, corre, inciampa, si rialza, sorride e ricomincia. Arianna è come noi. È una fragile, ingenua, imbranata eroina. E questa è la sua storia.

Recensione

Cercasi amore disperatamente tratta della storia di una donna dei nostri giorni, maldestra quanto basta per far simpatia, lasciando nel dubbio che poi tanto brutta Arianna non sia.

E già, il nome della protagonista è Arianna, una donna con una famiglia alquanto strana: due genitori mai cresciuti e inadatti a educare una figlia. Quest’ultima scappa non appena le si presenta l’occasione.

Trovato il suo equilibrio, la sua indipendenza, lontana dai suoi genitori, le arriva una notizia inaspettata: la perdita del padre. Questa notizia la mette a dura prova, perché deve affrontare certe dinamiche familiari, che allontanandosi non sono mai cambiate e purtroppo deve farsi carico di tali conflitti.

La scrittrice Federica Bosco è riuscita a far trovare seppur faticosamente, la strada per uscire da quei conflitti che ognuno di noi può incontrare nel suo cammino, senza mai far perdere brillantezza e humor.

Penso che ognuno di noi conosce una persona che è stata “educata” da genitori immaturi, pertanto è un tema attuale e non è stupido dire che Arianna può incarnare la nostra amica o addirittura noi.

Il libro della Bosco è stato scritto per il piacere di passare del tempo libero in compagnia della protagonista. In più la scrittrice riesce a donare divertimento, ma anche emozioni forti, patendo assieme ad Arianna.

Consigli

Come per Mi piaci da morire, anche per questo romanzo il consiglio è quello di leggerlo tutto d’un fiato, così da attraversare gli stessi pensieri, le stesse sensazioni della protagonista. Inoltre non sarebbe male leggerlo gustando una tazza fumante di tisana alla mela… Dunque la ripropongo per la dolcezza che ha nel berla!

Ecco a voi il link —–>https://gustaleggendo.it/tisana-alla-magia-di-mela/

Un commento

  1. Giusto come dici tu , leggerlo d’un fiato ed è proprio una storia dei giorni nostri che ci dovrebbe aiutare a riflettere sui nostri problemi, addolcendoci cn un’ottima tisana ????❤️

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *