Biscotti della nonna

Buoni da inzuppare nel caffelatte!

Biscotti della nonna

Nella colazione italiana non possono mancare i dolci come croissant, ciambelle e plumcake. Accanto a queste delizie si possono trovare i tradizionali i biscotti da inzuppare nel latte o nel tè, o ancora nel caffelatte, conosciuti con il nome di biscotti della nonna. Questi biscotti sono dei dolci che servono per iniziare bene la giornata e con la loro consistenza un po’ rustica e il loro gusto semplice, sono ottimi per intingerli nelle bevande calde, così da renderli morbidi e saporiti. Inoltre un biscotto tira l’altro!

INGREDIENTI x 20 biscotti

  • 550 g farina 00

  • 180 g zucchero di canna

  • 120 ml latte (preferibilmente intero)

  • 10 g ammoniaca per dolci

  • 150 ml olio di semi di girasole

  • baccello di mezza vaniglia

  • 3 uova

  • zucchero q. b. per guarnire.

procedimento

  • Per preparare i biscotti della nonna, come prima cosa bisogna incidere per il lungo il baccello di vaniglia ed estrarre i semini con l’aiuto di un coltellino. Miscelare l’ammoniaca nel latte, poi versare le uova intere, se si ha una planetaria munita di foglia, tanto meglio! Dunque azionare e aggiungere lo zucchero di canna in 3 volte. Se non si ha la planetaria, lavorare il tutto su un piano da lavoro.
  • Quando l’impasto risulterà spumoso, unire i semini di vaniglia, l’olio a filo e la miscela di latte e ammoniaca, mantenendo le fruste in azione. Per ultimo aggiungere la farina precedentemente setacciata e incorporarla con l’aiuto di una spatola.
  • Trasferire il composto in un sac-à-poche con bacchetta a stella. Rivestire una leccarda con carta da forno, imburrando leggermente il fondo della teglia, così da far aderire bene il foglio.
  • Spremere l’impasto trascinandolo per circa 10 cm, formando dei biscotti.
  • Una volta che la leccarda è stata riempita, bisogna spolverare la superficie con lo zucchero semolato.
  • Cuocere i biscotti della nonna in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti sul ripiano medio, A cottura finita, sfornare i biscotti e lasciarli intiepidire prima di servirli.

NOTE

    Caffelatte

    I biscotti della nonna sono molto buoni da inzuppare nel caffelatte, per cui ho scelto di abbinare la bevanda a questi dolcetti. E ora vi spiego come preparare questa bevanda.

    Il caffelatte è una bevanda italiana composta principalmente da caffè e latte, consumata in modo frequente a casa e al bar.

    Per preparala a casa viene preparato il caffelatte con quantità variabili di caffè e latte e servito in una tazza o in una scodella. Le quantità variabili sono a gusto di chi deve sorseggiare la bevanda.

    Curiosità

    Il caffè con il latte resta caldo più a lungo di una normale tazzina di caffè, perché? A spiegare questo “fenomeno” intervengono le leggi della termodinamica. Infatti la velocità di raffreddamento di un oggetto caldo è proporzionale alla temperatura circostante, dunque maggiore è la differenza di temperatura, maggiore è la velocità di raffreddamento.

    L’aggiunta del latte al caffè riduce la differenza di temperatura tra quella della bevanda calda e l’ambiente circostante, diminuendo in questo modo la velocità di raffreddamento. Se si vuole consumare il caffè più lentamente è consigliabile aggiungere un po’ di latte, così da far restare più calda la bevanda, avendo la possibilità di inzuppare più biscotti della nonna.

    Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *